meteo
   

Torna Indietro   Forum meteo della regione Emilia Romagna > Meteorologia > Meteorologia

Meteorologia Parliamo di meteorologia...

webcam emilia romagna
Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio 07-01-2018, 12:36   #21
ririno
Senior Member
 
Data Registrazione: Jan 2009
Località: fiorano m.145
Età: 61
Messaggi: 2.660
Predefinito

ma si siamo d'accordo.
ribadisco che il pattern invernale potrà prima o poi rifavorirci (finchè il delta t lo permetterà) perchè anche i pattern sono bizzarri così come la neve....
__________________
Rodanista
ririno è offline   Rispondi Con Citazione
Vecchio 07-01-2018, 12:43   #22
Simone
Great Member
 
Data Registrazione: Jan 2013
Località: Bologna (BO) 65 m. s.l.m.
Messaggi: 11.854
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da ririno Visualizza Messaggio
ma si siamo d'accordo.
ribadisco che il pattern invernale potrà prima o poi rifavorirci (finchè il delta t lo permetterà) perchè anche i pattern sono bizzarri così come la neve....
Lo penso anche io, ma saranno eccezioni sempre più rare. Se una delle cause è la calotta Groenlandese allora siamo fritti.
Simone è offline   Rispondi Con Citazione
Vecchio 08-01-2018, 12:20   #23
RG62
Member
 
Data Registrazione: Mar 2010
Località: Rimini (RN) - pianura
Messaggi: 934
Predefinito

Chiariamo subito come la penso: credo poco all'influenza umana nel GW e che forse è un "pochettino" amplificata da una certa parte politica IMHO.

Ci sono in questo forum esperti di fisica dell'atmosfera?

Lo chiedo perchè vorrei capire delle cose sui gas serra.

La CO2, siamo passati negli ultimi 60 anni dai 320 ai 400 ppm (ppm: parti per milione) ossia la concentrazione di CO2 è aumentata dello 0,008 %

E' un valore così alto? Sotto il profilo termodinamico davvero questo aumento percentuale di CO2 riesce ad influire così pesantemente sulla temperatura media della Terra?

Altri gas serra: il metano, tra l'atro con molto più effetto serra della CO2
Circa il 40% del metano immesso in atmosfera è di origine naturale. Mi sembra una bella cifra il 40%, possibile che l'attività umana che intereferisce per poco più della metà possa essere così importante?

Altro gas serra è l’ossido di azoto che per il 60% dipende da fonti naturali e per meno della metà da attività umane, anche qui si parla di valori che possono interferire sulla temperatura del Pianeta?
RG62 è offline   Rispondi Con Citazione
Vecchio 08-01-2018, 12:37   #24
Simone
Great Member
 
Data Registrazione: Jan 2013
Località: Bologna (BO) 65 m. s.l.m.
Messaggi: 11.854
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da RG62 Visualizza Messaggio
Chiariamo subito come la penso: credo poco all'influenza umana nel GW e che forse è un "pochettino" amplificata da una certa parte politica IMHO.

Ci sono in questo forum esperti di fisica dell'atmosfera?

Lo chiedo perchè vorrei capire delle cose sui gas serra.

La CO2, siamo passati negli ultimi 60 anni dai 320 ai 400 ppm (ppm: parti per milione) ossia la concentrazione di CO2 è aumentata dello 0,008 %

E' un valore così alto? Sotto il profilo termodinamico davvero questo aumento percentuale di CO2 riesce ad influire così pesantemente sulla temperatura media della Terra?

Altri gas serra: il metano, tra l'atro con molto più effetto serra della CO2
Circa il 40% del metano immesso in atmosfera è di origine naturale. Mi sembra una bella cifra il 40%, possibile che l'attività umana che intereferisce per poco più della metà possa essere così importante?

Altro gas serra è l’ossido di azoto che per il 60% dipende da fonti naturali e per meno della metà da attività umane, anche qui si parla di valori che possono interferire sulla temperatura del Pianeta?
per quanto riguarda la co2 passare da 320 a 400ppm significa un incremento del 25% in matematica.
inoltre siamo già ben oltre 400. ecco uno report sul 2016 fonte qualenergia.it:

Le concentrazioni medie globali di anidride carbonica hanno raggiunto le 403,3 parti per milione nel 2016 dalle 400.00 parti per milione nel 2015.

Le concentrazioni di anidride carbonica sono ora il 145% di quelle del periodo pre-industriale (prima del 1750), segnala il Greenhouse Gas Bulletin della WMO.

Secondo l’Organizzazione Meteorologica Mondiale la concentrazione di CO2 nell’atmosfera è aumentata nel 2016 a livelli che non si registravano da almeno 800mila anni, con un incremento (3,3 parti per milione) del 50% più elevato rispetto all’aumento medio dello scorso decennio (2,1 ppm/anno).

L’ultima volta che la Terra ha affrontato una simile concentrazione di CO2 “la temperatura era di 2-3 gradi superiore e il livello dei mari era 10-20 metri maggiore di ora”, ci dice il report.
Simone è offline   Rispondi Con Citazione
Vecchio 08-01-2018, 12:52   #25
Peval
Senior Member
 
Data Registrazione: Dec 2009
Località: Ravenna - Mainz
Messaggi: 2.308
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da RG62 Visualizza Messaggio
Chiariamo subito come la penso: credo poco all'influenza umana nel GW e che forse è un "pochettino" amplificata da una certa parte politica IMHO.

Ci sono in questo forum esperti di fisica dell'atmosfera?

Lo chiedo perchè vorrei capire delle cose sui gas serra.

La CO2, siamo passati negli ultimi 60 anni dai 320 ai 400 ppm (ppm: parti per milione) ossia la concentrazione di CO2 è aumentata dello 0,008 %

E' un valore così alto? Sotto il profilo termodinamico davvero questo aumento percentuale di CO2 riesce ad influire così pesantemente sulla temperatura media della Terra?

Altri gas serra: il metano, tra l'atro con molto più effetto serra della CO2
Circa il 40% del metano immesso in atmosfera è di origine naturale. Mi sembra una bella cifra il 40%, possibile che l'attività umana che intereferisce per poco più della metà possa essere così importante?

Altro gas serra è l’ossido di azoto che per il 60% dipende da fonti naturali e per meno della metà da attività umane, anche qui si parla di valori che possono interferire sulla temperatura del Pianeta?
Dunque, il problema della CO2 é il seguente: non é che aumentando la concentrazione di CO2 si innalzi direttamente la temperatura di tot gradi (3 o 5 o quellli che sono). Per farlo direttamente servirebbe immettere quantitá enormi di CO2 in atmosfera, enoermemente piú grandi di quelle che stiamo immettendo ora. Il problema é che aumentando la CO2 la temperatura aumenta a causa del feedback positivo che si innesca dovuto al contributo di altri gas serra (vapor d'acqua in primis) e altri feedback come rilascio di altra CO2 da parte degli oceani, rilascio di metano contenuto nel permafrost o diminuzione dei ghiacci e della copertura nevosa. Il GW avviene per questi feedback, e il contributo diretto da immissione di CO2 é soltanto una minima parte di esso.

Secondo punto, un aumento di 100 ppm (ora siamo ben oltre i 400 ppm) in meno di un secolo é tanto si. Non tanto per la quantitá assoluta, quanto per la rapiditá con cui l'incremento sta avvenendo. La fisica vuole che la soluzione dell'equazione del trasferimento radiativo (che regola l'interazione tra la radiazione e la materia, in questo caso l'atmosfera) sia esponenziale: l'intensitá della radiazione assorbita da un gas varia esponenzialmente con il suo spessore ottico. E lo spessore ottico é direttamente proporzionale al mixing ratio ovvero alla quantitá di tale gas in atmosfera. Ergo se io aumento di tot il mixing ratio di un gas, l'intensitá della radiazione assorbita varia come un esponenziale, per questo ad un incremento del mixing ratio che puó apparire piccolo corrisponde un incremento dell'intensitá di radiazione infrarossa assorbita enormemente maggiore. Ergo sí, quell'aumento fa la differenza. Una volta poi iniziato un primo aumento di temperatura dato dall'aumento di concentrazione di CO2 poi entrano in gioco tutti i feedback menzionati prima. E cosí il mixing ratio totale dei gass serra in atmosfera aumenta e continua ad aumentare. E di conseguenza lo fará pure l'intensitá di radiazione infrarossa assorbita, sempre in modo esponenziale. Un altro feedback che entra in azione a questo punto é il vapor d'acqua contenuto in atmosfera. Anche lí il mixing ratio varia esponenzialmente con la temperatura (legge di clausius clapeyron), per cui se la temperatura aumenta aumenta il vapor d'acqua in atmosfera, che assorbe maggior radiazione infrarossa, che fa aumentare la temperatura e di conseguenza il mixing ratio del vapor d'acqua dando origine ad un feedback positivo appunto. Sono questi gli aspetti di cui ci si preoccupa, lo ripeto: i 3-5 gradi (o quello che é) di riscaldamento che vengono fuori dai modelli climatici sono dovuti ai feedback che si innescano piuttosto che all'immissione diretta di CO2. è come quando in spiaggia fai una diga con la sabbia e ci fai un bucanino, l'acqua inizia a passare e l'erosione poi fa il resto e la diga in un attimo viene giú.

Spero di essere stato abbastanza chiaro....climate change e global warming tra l'altro non sono esattamente il mio campo di studio attuale, ma me li son studiati per bene durante l'ultimo anno di triennale e la magistrale...
Peval è offline   Rispondi Con Citazione
Vecchio 08-01-2018, 14:17   #26
sanpei
Senior Member
 
L'avatar di sanpei
 
Data Registrazione: Feb 2007
Località: Faenza Sud
Messaggi: 4.875
Predefinito

Certo che voler sminuire la teoria del GW facendo i conti con la matita come il salumiere la dice lunga sul livello di arroganza culturale dei climascettici ....non bastassero poi le migliaia di prove provate in giro per il mondo non ultima l ondata di gelo negli USA che dovrebbe smentire e invece è una conferma prevista come hanno detto meglio di me in precedenza su questo forum.
__________________
«Non è possibile che chiunque possa andare su Internet a scrivere qualsiasi cosa su argomenti di cui non sa nulla. Ci sono quelli che sanno e quelli che non sanno». E. Macron
sanpei è offline   Rispondi Con Citazione
Vecchio 08-01-2018, 14:59   #27
Simone
Great Member
 
Data Registrazione: Jan 2013
Località: Bologna (BO) 65 m. s.l.m.
Messaggi: 11.854
Predefinito

per chi non è in grado di capire i numeri sfornati dalle misurazioni o non vuole credere alle ricerche scientifiche, la miglior prova del riscaldamento secondo me sono i ghiacciai. basta guardare le immagini dei ghiacciai di 100 anni fa e c'è da prendere paura e questo vale anche per gli stai uniti.
solo la banchisa antartica si sta espandendo, ma la velocità di scivolamento dei ghiacciai antartici sta accelerando, sinonimo di maggior fusione.
per non parlare della groenlandia dove la velocità di fusione e scivolamento sta accelerando in maniera incredibile, tanto che persino gli scienziati rimangono a bocca aperta.
Simone è offline   Rispondi Con Citazione
Vecchio 08-01-2018, 16:32   #28
cicciod
Senior Member
 
L'avatar di cicciod
 
Data Registrazione: Nov 2008
Località: Ponticella (San Lazzaro di Savena - BO) - 90 msl
Età: 37
Messaggi: 5.294
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da RG62 Visualizza Messaggio

La CO2, siamo passati negli ultimi 60 anni dai 320 ai 400 ppm (ppm: parti per milione) ossia la concentrazione di CO2 è aumentata dello 0,008 %
la concentrazione e' aumentata del 25% scusa.....
gia' questo dovrebbe smontare la tua tesi, altro che i fattori antropici non contano

e' pazzesco che ancora qualcuno abbia dubbi al riguardo.....
__________________
W LA NEVE!!!!

Qualche mia bella foto.... http://www.panoramio.com/user/1976337
cicciod è offline   Rispondi Con Citazione
Vecchio 08-01-2018, 16:37   #29
wombato
Member
 
L'avatar di wombato
 
Data Registrazione: Dec 2007
Località: Ravenna, zona Gallery (4 m slm)
Età: 45
Messaggi: 447
Predefinito

Domanda da ignorante in materia: quanto dell'aumento della concentrazione di CO2 è "antropico"? E' stato quantificato? Ci sono fattori "naturali" (e se si quali) che contribuiscono a tale aumento?
__________________
"Fate battere i vostri cuori all'unisono con le mie parole" (Mahatma Gandhi)
wombato è offline   Rispondi Con Citazione
Vecchio 08-01-2018, 17:01   #30
Peval
Senior Member
 
Data Registrazione: Dec 2009
Località: Ravenna - Mainz
Messaggi: 2.308
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da cicciod Visualizza Messaggio
la concentrazione e' aumentata del 25% scusa.....
gia' questo dovrebbe smontare la tua tesi, altro che i fattori antropici non contano

e' pazzesco che ancora qualcuno abbia dubbi al riguardo.....
pure io non capisco quello 0.0008% da dove vien fuori....ppm son parti per milione, il che vuol dire per esempio che per ogni kg di aria vi sono 320 milli grammi (mg) di CO2. Se incremento la concentrazione da 320 ppm a 400 ppm ho avuto un incremento del 25% no? o forse mi sta sfuggendo qualcosa...


comunque qui ci sono altre info utili:

https://www.skepticalscience.com/tra....php?a=16&l=17
Peval è offline   Rispondi Con Citazione
Rispondi


Utenti Attualmente Attivi Che Stanno Visualizzando Questa Discussione: 1 (0 utenti e 1 ospiti)
 
Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 03:10.


Powered by vBulletin® Version 3.8.4
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.