meteo
   

Torna Indietro   Forum meteo della regione Emilia Romagna > Meteorologia > Meteorologia

Meteorologia Parliamo di meteorologia...

webcam emilia romagna
Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio 24-02-2019, 19:23   #1
massimo anzola
Senior Member
 
L'avatar di massimo anzola
 
Data Registrazione: Sep 2008
Località: Selva di Serramazzoni 730 m.
Messaggi: 2.700
Predefinito Il febbraio 1929 ad Anzola

A cura del Centro Culturale Anzolese leggo un bell'articolo nell'ultimo numero del giornalino edito dal Comune di Anzola (Anzola Notizie):
""
90 anni fa, dal 10 febbraio al 10 aprile, Anzola Emilia fu colpita da una serie di calamità naturali che i più anziani ricordano ancora con terrore. Prima la neve che cadde ininterrottamente dal 10 al 15 febbraio, poi un'ondata di gelo che procurò al paese il titolo di "Siberia d'Italia" e , come se non bastasse, il 10 aprile ci fu un terremoto che costrinse 25 famiglie ad abbandonare le loro case.
Ma andiamo con ordine: i primi fiocchi di neve cominciarono a cadere il 10 febbraio e l'iniziale senso di gioia sollevata in grandi e bambini svanì rapidamente quando, dopo 3 giorni d'ininterrotta bufera, la neve raggiunse un'altezza di 70-80 cm. e rese impraticabile qualsiasi tipo di viabilità. Poiché i buoi che trascinavano il triangolo per sgomberare le strade non riuscirono ad uscire nemmeno dalle stalle, la paralisi di ogni genere d'attività fu tale da costringere il podestà ad ordinare anche la chiusura delle scuole e lo sgombero della neve dai tetti per prevenire inevitabili crolli. Contemporaneamente alla bufera di neve l'11 febbraio arrivò dalla Russia un'ondata di freddo che fece calare le temperature fino al minimo notturno di -27 (registrato fra il,15 e il 16 febbraio) congelando torrenti, fontane e tubature domestiche delle abitazioni più moderne. L'ultima sventura fu che gelarono anche le vigne.... ecc.
""
Qualche mio appunto:
Un'altra fonte (un articolo del Carlino che purtroppo non trovo più) dice che la temperatura scese fino a -32,ben più del -27 riportato nell'articolo di cui sopra
Molte volte in TV hanno fatto vedere l'annuncio , da parte di papa Pio XI, dell'accordo con lo Stato Italiano (i c.d. patti lateranensi) fatto da un balcone (non se da San Pietro o dal Laterano): comunque si vede una Roma sotto una pioggia sicuramente gelida, ma comunque pioggia (mentre da noi infuriava la gelida bufera)
Personalmente l'ultimo anno in cui ho visto gli spalatori sui tetti è stato il 1985
Comunque sia , un interessante resoconto storico.
__________________
Nell'avatar :l'inverno 1829/30 a Bologna
massimo anzola è offline   Rispondi Con Citazione
Vecchio 24-02-2019, 20:05   #2
Martin MB
Member
 
L'avatar di Martin MB
 
Data Registrazione: Nov 2017
Località: Monte San Pietro (BO) - 371 mt. s.l.m.
Età: 17
Messaggi: 616
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da massimo anzola Visualizza Messaggio
A cura del Centro Culturale Anzolese leggo un bell'articolo nell'ultimo numero del giornalino edito dal Comune di Anzola (Anzola Notizie):
""
90 anni fa, dal 10 febbraio al 10 aprile, Anzola Emilia fu colpita da una serie di calamità naturali che i più anziani ricordano ancora con terrore. Prima la neve che cadde ininterrottamente dal 10 al 15 febbraio, poi un'ondata di gelo che procurò al paese il titolo di "Siberia d'Italia" e , come se non bastasse, il 10 aprile ci fu un terremoto che costrinse 25 famiglie ad abbandonare le loro case.
Ma andiamo con ordine: i primi fiocchi di neve cominciarono a cadere il 10 febbraio e l'iniziale senso di gioia sollevata in grandi e bambini svanì rapidamente quando, dopo 3 giorni d'ininterrotta bufera, la neve raggiunse un'altezza di 70-80 cm. e rese impraticabile qualsiasi tipo di viabilità. Poiché i buoi che trascinavano il triangolo per sgomberare le strade non riuscirono ad uscire nemmeno dalle stalle, la paralisi di ogni genere d'attività fu tale da costringere il podestà ad ordinare anche la chiusura delle scuole e lo sgombero della neve dai tetti per prevenire inevitabili crolli. Contemporaneamente alla bufera di neve l'11 febbraio arrivò dalla Russia un'ondata di freddo che fece calare le temperature fino al minimo notturno di -27 (registrato fra il,15 e il 16 febbraio) congelando torrenti, fontane e tubature domestiche delle abitazioni più moderne. L'ultima sventura fu che gelarono anche le vigne.... ecc.
""
Qualche mio appunto:
Un'altra fonte (un articolo del Carlino che purtroppo non trovo più) dice che la temperatura scese fino a -32,ben più del -27 riportato nell'articolo di cui sopra
Molte volte in TV hanno fatto vedere l'annuncio , da parte di papa Pio XI, dell'accordo con lo Stato Italiano (i c.d. patti lateranensi) fatto da un balcone (non se da San Pietro o dal Laterano): comunque si vede una Roma sotto una pioggia sicuramente gelida, ma comunque pioggia (mentre da noi infuriava la gelida bufera)
Personalmente l'ultimo anno in cui ho visto gli spalatori sui tetti è stato il 1985
Comunque sia , un interessante resoconto storico.
Che bell'evento (a parte il terremoto)
__________________
"All truths are easy to understand once they're discovered. The point is to discover them." ~ Galileo Galilei

Sito personale: https://martinmb.wixsite.com/ilmeteomartinmb

Stazione meteo:http://www.emiliaromagnameteo.com/re...=WL_sanchierlo
Martin MB è offline   Rispondi Con Citazione
Vecchio 24-02-2019, 20:15   #3
Simone
Great Member
 
Data Registrazione: Jan 2013
Località: Cesena
Messaggi: 13.278
Predefinito

Temperature incredibili, ma quantità di neve risibile rispetto al 2012 romagnolo.
Simone è offline   Rispondi Con Citazione
Vecchio 24-02-2019, 20:35   #4
campaz
Senior Member
 
Data Registrazione: Jul 2007
Località: Albereto, 2km N/E Reda (10km EST da Faenza)
Età: 38
Messaggi: 3.689
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da Simone Visualizza Messaggio
Temperature incredibili, ma quantità di neve risibile rispetto al 2012 romagnolo.
Ma come risibile? 70/80 cm è paragonabile a molte zone della pianura romagnola del 2012. Sicuramente in certe zone ne ha fatta più nel 2012, ma "risibile" non si può dire...
campaz è offline   Rispondi Con Citazione
Vecchio 24-02-2019, 20:47   #5
Simone
Great Member
 
Data Registrazione: Jan 2013
Località: Cesena
Messaggi: 13.278
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da campaz Visualizza Messaggio
Ma come risibile? 70/80 cm è paragonabile a molte zone della pianura romagnola del 2012. Sicuramente in certe zone ne ha fatta più nel 2012, ma "risibile" non si può dire...
195 cm a Cesena, dai non scherziamo....
Simone è offline   Rispondi Con Citazione
Vecchio 24-02-2019, 22:03   #6
gibo
Senior Member
 
L'avatar di gibo
 
Data Registrazione: Jan 2006
Località: Sesto Imolese (BO)
Messaggi: 3.136
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da campaz Visualizza Messaggio
Ma come risibile? 70/80 cm è paragonabile a molte zone della pianura romagnola del 2012. Sicuramente in certe zone ne ha fatta più nel 2012, ma "risibile" non si può dire...
In effetti si parla di altezza della neve al suolo e non di neve caduta. A cesena saranno caduti 195 cm di neve, ma al suolo non c'erano 195 cm di neve. Nel 1929 penso non avessero tutta questa sensibilità e accuratezza nelle misurazioni.
Detto questo il 1929 in termini di neve è stato più prolifico per l'Emilia rispetto alla romagna.
gibo è offline   Rispondi Con Citazione
Vecchio 25-02-2019, 10:02   #7
RG62
Active Member
 
Data Registrazione: Mar 2010
Località: Rimini (RN) - pianura
Messaggi: 1.175
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da massimo anzola Visualizza Messaggio
A cura del Centro Culturale Anzolese leggo un bell'articolo nell'ultimo numero del giornalino edito dal Comune di Anzola (Anzola Notizie):
""
90 anni fa, dal 10 febbraio al 10 aprile, Anzola Emilia fu colpita da una serie di calamità naturali che i più anziani ricordano ancora con terrore. Prima la neve che cadde ininterrottamente dal 10 al 15 febbraio, poi un'ondata di gelo che procurò al paese il titolo di "Siberia d'Italia" e , come se non bastasse, il 10 aprile ci fu un terremoto che costrinse 25 famiglie ad abbandonare le loro case.
Ma andiamo con ordine: i primi fiocchi di neve cominciarono a cadere il 10 febbraio e l'iniziale senso di gioia sollevata in grandi e bambini svanì rapidamente quando, dopo 3 giorni d'ininterrotta bufera, la neve raggiunse un'altezza di 70-80 cm. e rese impraticabile qualsiasi tipo di viabilità. Poiché i buoi che trascinavano il triangolo per sgomberare le strade non riuscirono ad uscire nemmeno dalle stalle, la paralisi di ogni genere d'attività fu tale da costringere il podestà ad ordinare anche la chiusura delle scuole e lo sgombero della neve dai tetti per prevenire inevitabili crolli. Contemporaneamente alla bufera di neve l'11 febbraio arrivò dalla Russia un'ondata di freddo che fece calare le temperature fino al minimo notturno di -27 (registrato fra il,15 e il 16 febbraio) congelando torrenti, fontane e tubature domestiche delle abitazioni più moderne. L'ultima sventura fu che gelarono anche le vigne.... ecc.
""
Qualche mio appunto:
Un'altra fonte (un articolo del Carlino che purtroppo non trovo più) dice che la temperatura scese fino a -32,ben più del -27 riportato nell'articolo di cui sopra
Molte volte in TV hanno fatto vedere l'annuncio , da parte di papa Pio XI, dell'accordo con lo Stato Italiano (i c.d. patti lateranensi) fatto da un balcone (non se da San Pietro o dal Laterano): comunque si vede una Roma sotto una pioggia sicuramente gelida, ma comunque pioggia (mentre da noi infuriava la gelida bufera)
Personalmente l'ultimo anno in cui ho visto gli spalatori sui tetti è stato il 1985
Comunque sia , un interessante resoconto storico.
Grazie, bel reportage.

Porterà danni e disagi il GW sicuramente, ma anche il troppo freddo non scherza in fatto di calamità naturale...

Prima a poi lo troveremo 'sto termostato della Terra ed avere così il clima giusto dappertutto e tutto l'anno
RG62 è offline   Rispondi Con Citazione
Vecchio 25-02-2019, 10:05   #8
Simone
Great Member
 
Data Registrazione: Jan 2013
Località: Cesena
Messaggi: 13.278
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da gibo Visualizza Messaggio
In effetti si parla di altezza della neve al suolo e non di neve caduta. A cesena saranno caduti 195 cm di neve, ma al suolo non c'erano 195 cm di neve. Nel 1929 penso non avessero tutta questa sensibilità e accuratezza nelle misurazioni.
Detto questo il 1929 in termini di neve è stato più prolifico per l'Emilia rispetto alla romagna.
sono caduti 195 cm senza sciogliersi, solo che la neve fresca si comprime e in qualche giorno l'altezza della neve fresca si riduce. ci saranno stati 1 metro 20/30 cm.
del 1929 so ben poco, so solo che ci fu una grande nevicata a Rimini, grazie al film Amarcord.
Simone è offline   Rispondi Con Citazione
Vecchio 25-02-2019, 12:29   #9
RG62
Active Member
 
Data Registrazione: Mar 2010
Località: Rimini (RN) - pianura
Messaggi: 1.175
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da Simone Visualizza Messaggio
del 1929 so ben poco, so solo che ci fu una grande nevicata a Rimini, grazie al film Amarcord.
Mio nonno era del 1899 e mia nonna del 1902.

Dai loro racconti mi dicevano che la neve spalata dai marciapiedi, per fare spazio ai pedoni, e dalla strada, costituiva dei cumuli alti oltre 2 m per cui chi camminava non poteva vedere chi c'era sulla strada e viceversa.

Poi bisogna vedere se il "visionario" Fellini, nel suo stupendo film Amarcord, ha riprodotto la realtà oppure quello che si ricordava.
Era nato nel 1920 per cui nell'anno del nevone aveva 9 anni...
RG62 è offline   Rispondi Con Citazione
Vecchio 25-02-2019, 12:48   #10
sanpei
Senior Member
 
L'avatar di sanpei
 
Data Registrazione: Feb 2007
Località: Faenza Sud
Messaggi: 5.703
Predefinito

I miei nonni vivevano ancora in campagna e parlavano di neve sopra le porte ovviamente spinta dal vento. Restarono bloccati in casa x molti giorni ...
__________________
" il sapiente sa quello che dice...lo stupido dice quello che sa"

"A livello scientifico non sussiste una verità assoluta, ma solo la possibilità di falsificare le teorie esistenti e approssimarsi meglio alla realtà". Karl Popper
sanpei è offline   Rispondi Con Citazione
Rispondi


Utenti Attualmente Attivi Che Stanno Visualizzando Questa Discussione: 1 (0 utenti e 1 ospiti)
 
Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 05:14.


Powered by vBulletin® Version 3.8.4
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.